Inviti di nozze / Inviti di nozze

Quali informazioni devono contenere gli inviti?

– I nomi degli sposi (e dei loro genitori, se si vuole un invito tradizionale)
– Luogo, data e ora della cerimonia
– Luogo e ora del ricevimento
– Sito web degli sposi per R.S.V.P. (conferma di partecipazione)
– I dati di contatto della sposa e dello sposo

Infine, aggiungete tutte le informazioni che ritenete essenziali per quanto riguarda l’organizzazione del grande giorno (ad esempio, che si tratta di una festa senza bambini), o il codice di abbigliamento ufficiale (ad esempio, che per la vostra festa a tema sono d’obbligo abiti lunghi da gala ispirati agli anni ’20).

In che ordine devono apparire i dati?

A questo punto, la libertà è totale, .tuttavia, se vogliono seguire il protocollo più tradizionale, devono organizzare i dati in questo modo:

– Il nome della sposa e dello sposo, evidenziato, insieme a quello dei loro genitori (se desiderano includerli)
– Una frase originale che trasmetta la buona notizia, seguita da giorno + data + luogo della celebrazione.
– Richiesta di conferma (con data) e di alcuni recapiti degli sposi e/o del sito web delle nozze. RAMENTO

Formalità degli inviti

Spetta agli sposi definire il grado di formalità che desiderano dare agli inviti. Che si tratti di una festa informale o addirittura di un mini matrimonio, l’ideale è che gli inviti trasmettano un certo livello di vicinanza e fiducia. Per le feste più tradizionali e/o numerose, gli inviti possono essere più formali, per adattarsi a tutti i profili.

Un’altra opzione è quella di realizzare partecipazioni di nozze originali e personalizzate per i parenti e gli amici più stretti, e altre più formali per gli altri invitati.

Invio di inviti

L’ideale sarebbe che gli inviti fossero consegnati personalmente dagli sposi alle persone più vicine (padrini, nonni, ecc.). I restanti inviti possono essere inviati per posta o anche per e-mail (soluzione pratica e a basso costo).

Gli inviti devono essere spediti preferibilmente tra i due e i sei mesi prima del grande giorno. Soprattutto se il matrimonio si svolge in un’altra città/paese o se gran parte degli invitati proviene dall’estero, è consigliabile inviare un Save The Date con un anno di anticipo.

Partecipazioni di nozze

Quali dati devono contenere gli inviti?

– I nomi degli sposi (e dei loro genitori, se volete un invito tradizionale)

– Luogo, data e ora della cerimonia

– Luogo e ora del bicchiere d’acqua

– Sito web degli sposi per R.S.V.P. (conferma di presenza)

– Il contatto della sposa e dello sposo

Infine, devono aggiungere tutte le informazioni che ritengono essenziali riguardo all’organizzazione del grande giorno (ad esempio, che si tratta di una festa senza bambini), o al codice di abbigliamento ufficiale (ad esempio, che i lunghi gala, ispirati agli anni ’20, sono un must per la vostra festa a tema).

In che ordine devono apparire i dati?

A questo punto, la libertà è completa, ma se si vuole seguire il protocollo più tradizionale, è necessario organizzare i dati in questo modo:

– Il nome della sposa e dello sposo, evidenziato, insieme ai loro genitori (se si desidera includerli)

– Qualsiasi frase originale che trasmetta la buona notizia, seguita da giorno + data + luogo di celebrazione.

– Richiesta di conferma (con data) e di qualche contatto della coppia e/o del sito web del matrimonio. PIOGGIA

Formalità dell’invito

Spetta agli sposi definire il grado di formalità che desiderano dare agli inviti. Che si tratti di una festa informale o addirittura di un mini matrimonio, l’ideale è che gli inviti trasmettano un certo livello di vicinanza e fiducia. Per le feste più tradizionali e/o numerose, gli inviti possono essere più formali, per adattarsi a tutti i profili.

Un’altra opzione è quella di realizzare partecipazioni di nozze originali e personalizzate per i parenti e gli amici più stretti, e più formali per gli altri invitati.

Invio di inviti

L’ideale sarebbe che gli inviti fossero consegnati personalmente dagli sposi alle persone più vicine (sponsor, nonni, ecc.). I restanti inviti possono essere inviati per posta o anche per e-mail (soluzione pratica e a basso costo).

Gli inviti devono essere spediti preferibilmente tra i due e i sei mesi prima del grande giorno. Soprattutto se il matrimonio si svolge in un’altra città/paese o se la maggior parte degli invitati proviene dall’estero, è consigliabile inviare un Save The Date con un anno di anticipo.